Manuel Bizzocchi

Emilia Romagna

Sulle prime colline reggiane si trova Vezzano sul Crostolo, un paese di quattromila abitanti in provincia di Reggio Emilia, è qui che mio nonno, classe 1927, ha da sempre seguito le sue api. Ed è qui che vivo anche io. Tutto è cominciato nel 2011, quando gli ho chiesto di insegnarmi a fare l'apicoltore e ho iniziato ad accudire il mio primo alveare. Con il nonno Lello come maestro, sono ormai quasi dieci anni che la mia passione per le api continua e cresce. Oggi sono più di un centinaio gli alveari che tra le prime colline reggiane e il nostro Appennino seguo giorno dopo giorno, e spero che aumenteranno ancora nei prossimi anni. Cerco il più possibile di trattare le api rispettandone la natura e anche per questo ho deciso di praticare un'apicoltura stanziale (le dimore delle api sono fisse). Con le api solitamente si fa nomadismo, spesso anche fuori regione, e questo oltre a "stressare" l'ape non permetterebbe di avere un prodotto a chilometro zero (che si trova spessissimo in agricoltura, ma non in apicoltura) e che sia espressione di un territorio (del mio territorio!), di una stagione e di un'annata, perché no, anche difficile come quella che si è appena conclusa. In questo modo produco sicuramente un po' meno miele e di meno tipologie (perlomeno unifloreali) ma riesco a dare valore al territorio a cui appartengo e alle tanto preziose api con cui lavoro.

Il Giardino degli Apicoltori_CristinaMarconi_1

346 8408711